Ristrutturare casa gratis

Ristrutturare casa gratis: si può fare con il super bonus

Se vuoi ristrutturare casa gratis usufruendo dell’ecobonus 110%, ti sarà utile conoscere come funziona questa agevolazione fiscale. 

Infatti quando pensiamo di ristrutturare casa e renderla più confortevole facendo delle migliorie per ridurre il consumo energetico, il timore è quello di dover sostenere una spesa troppo cospicua, soprattutto in questo momento di pandemia.

Ti farà piacere sapere che fino al 31 dicembre 2021 hai la possibilità di fare queste ristrutturazioni senza spendere un euro! E se hai già sostenuto delle spese di ammodernamento a partire dal 1° luglio 2020 puoi richiedere la detrazione fiscale totale! Ora ti spiegherò più dettagliatamente di cosa si tratta.

Si chiama Superbonus 110% (o Ecobonus 110%) ed è una disposizione che ha come obiettivo il rilancio dell’attività edilizia e dell’economia e contrastare i cambiamenti climatici rinnovando gli immobili al fine di limitare il consumo energetico. È presente nel Decreto Rilancio 2020, pubblicato in Gazzetta Ufficiale e permette di sostenere spese per lavori di efficientamento energetico e adeguamento antisismico gratuitamente!

Ristrutturare casa gratis con l’Ecobonus 110%

In questo articolo risponderemo a domande che molti si fanno in merito ai vari sconti e agevolazioni fiscali.

Ecobonus 110%: per quali tipologie di lavori puoi richiederlo?

Hai mai sentito parlare di miglioramento dell’efficienza energetica? Negli ultimi anni se ne parla molto vista la crescita dell’inquinamento e del surriscaldamento del pianeta. Superbonus e Ecobonus sono nati proprio per migliorare l’efficienza energetica e ridurre l’inquinamento, ecco perché tutto ciò che ha a che fare con impianti fotovoltaici e riduzione del rischio sismico (sismabonus ) e sostituzione caldaie rientra nelle tipologie di lavori per i quali si può richiedere il bonus.

Ecco un elenco di categorie di lavori che possono usufruire del superbonus 110% con le cifre massime.

cappotto termico

Cos’è un cappotto termico? Si tratta di un rivestimento che serve ad isolare le superfici opache verticali e orizzontali di un edificio.

Per rientrare nell’ecobonus serve che almeno il 25% dell’involucro o della superficie dell’edificio sia ricoperto o isolato da questo cappotto termico. Il limite massimo per questo lavoro è di 60.000 euro moltiplicato per le unità abitative presenti.

caldaia, climatizzazione invernale e impianti di riscaldamento

  • per quanto riguarda le parti comuni dei condomini è possibile sostituire il vecchio impianto di riscaldamento o la caldaia con un impianto centralizzato a condensazione di classe A per un massimo di 30.000 euro da moltiplicare per ogni unità immobiliare e l’ecobonus 110% è riconosciuto anche per le spese sostenute per smaltire il vecchio impianto.
  • per gli edifici unifamiliari è possibile sostituire il vecchio impianto di riscaldamento o la caldaia con un impianto centralizzato a condensazione di classe A per un massimo di 30.000 euro e l’ecobonus 110% è riconosciuto anche per le spese sostenute per smaltire il vecchio impianto.

Impianti fotovoltaici 

Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico costituito dall’insieme di più moduli fotovoltaici che sfruttano l’energia solare per fornire energia elettrica, quindi parliamo di energia pulita.

Il superbonus 110% viene elargito per installare impianti solari fotovoltaici collegati alla rete elettrica per un massimo di 48.000 euro e in ogni caso nel limite di 2.400 euro per ogni kW di potenza massima dell’impianto o di 1.600 euro per ogni kW di potenza massima se è stato effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia o urbanistica.

Chi può usufruire dell’ecobonus 110%

Possono avvalersi del superbonus 110% le persone fisiche ma non nel contesto dell’esercizio di attività d’impresa, i condomìni (anche per edifici adibiti a uffici e negozi),  gli enti preposti alla gestione delle case popolari, le cooperative edilizie a proprietà indivisa, le Onlus, le organizzazioni di volontariato e di promozione di movimenti sociali e le associazioni sportive dilettantistiche.

Posso ristrutturare la mia seconda casa gratis?

Per quanto riguarda l’applicazione dell’Ecobonus 110% alle seconde case c’è una buona notizia: questa agevolazione è valida per le seconde case, incluse le villette unifamiliari! Quindi se possiedi una seconda casa puoi fare dei lavori di ristrutturazione ricevendo il rimborso totale delle spese. Ricordiamo però che l’ecobonus 110% è valido al massimo per due immobili. Non ne possono invece beneficiare le ville, i castelli, le abitazioni signorili o con particolare valore storico.

Ecobonus 110% per infissi, serramenti e tende

Se vuoi sostituire infissi, finestre, tende da sole o serramenti ti puoi avvalere del superbonus 110% a condizione che questi interventi siano compiuti assieme ad almeno uno dei lavori maggiori sopracitati . Il Decreto precisa infatti che la condizione per ottenere l’ecobonus 110% è andare a migliorare almeno due classi energetiche dello stabile. Senza queste condizioni è possibile in ogni caso beneficiare di una detrazione fiscale dal 50% al 65%.

Rimborso e detrazioni fiscali per le ristrutturazioni

Il rimborso dell’intera somma spesa avviene tramite 5 rate annuali oppure tramite lo sconto totale in fattura con la cessione del credito di imposta alla ditta edile. Questa potrà poi recuperarlo come credito d’imposta altrimenti cederlo a banche oppure ad operatori finanziari. In questo modo si avranno vantaggi sia per il cliente che potrà effettuare lavori gratis sia per l’azienda che potrà avere liquidità in questo momento di crisi economica.

Questo è quindi il momento ideale per rendere la tua casa più accogliente, efficiente e come tu la desideri! Come abbiamo visto, ciò non ti costa nulla e ti permetterà, grazie alla riduzione del consumo energetico di risparmiare anche in futuro!

Consigli utili per risparmiare

Dopo aver usufruito del super bonus per la ristrutturazione della tua casa ,potrai valutare di risparmiare anche sulle utenze del tuo nuovo appartamento. Bisognerà innanzitutto attivare un nuovo contratto luce e richiedere, in base allo stato del contatore, una voltura,un subentro o un allaccio, contattando il numero verde dei fornitori.
La voltura si effettua qualora il contatore risulti attivo, il subentro nel caso in cui non sia attivo, ed infine l’allaccio qualora si tratti di prima attivazione.
Inoltre potrai approfittare delle offerte internet presenti sul mercato, per cambiare operatore e risparmiare sulla tua nuova connessione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orario ufficio

Dal lunedì al venerdì: 8:00-19:00
Sabato: 08:00 – 13:00
Domenica: chiuso

Recapiti

Tel: 351 991 0659

Mail: davide@ristrutturazioniok.com

Mail: readyservice89@gmail.com

Ristrutturazioni Ok - Via Ticino 63 - Anzio 00042 - RM - Piva cf 14001181008 - Privacy Policy Cookie Policy