come costruire una cucina in muratura fasi operative

Come costruire una cucina in muratura

Ti chiedi come costruire una cucina in muratura? Leggi questo articolo dove ti spiego le 4 fasi operative e la scelta dei materiali di realizzazione.

Si dice che la cucina è il cuore della casa e forse proprio per questo siamo sempre indecisi su quale tipologia scegliere.

La cucina in muratura ad oggi è una delle soluzioni più originali perchè rispetto alle cucine che troviamo sul mercato, questa rispecchia quelli che sono i nostri gusti, le nostre esigenze e la nostra personalità.

Un tempo le cucine in muratura venivano usate per case di campagna, sale hobby o seconde case mentre oggi è possibile creare una cucina di design mantenendo comunque la praticità e l’originalità di quelle di un tempo.

Come costruire una cucina in muratura in 4 fasi

Progettazione

La prima cosa da fare quando si decide per una cucina in muratura è il progetto, questo significa fare un disegno accurato in base agli spazi e alle misure che abbiamo considerando sempre gli impianti dell’acqua e del gas.

Materiali

Dopo di che possiamo iniziare a costruire la nostra cucina, per farlo ci occorre:

  • calcestruzzo;
  • mattoni forati;
  • malta fine.

Realizzazione

L’altezza dei muretti, che andranno a dividere i vani, è solitamente di 80-90 cm e lo spazio tra di essi dovrebbe essere di circa 60cm.

Ora possiamo passare alla realizzazione dei ripiani che di solito sono in legno o anche di cemento, con altezza di circa 10 cm mentre per quanto riguarda la profondità puoi decidere tu stesso.

A questo punto dobbiamo scegliere il piano di lavoro o top della nostra cucina che può essere realizzato con diversi materiali.

Come costruire una cucina in muratura: la scelta dei materiali

Di seguito possiamo vedere qualche esempio dei più comuni.

Legno

Il legno ci permette di scegliere tra varie sfumature di colore anche se è un materiale molto delicato e facilmente permeabile.

Maioliche colorate

Classico intramontabile, ce ne sono di tutti i colori e motivi. Molto pratiche e facili da pulire.

Resina

Un’altra opzione può essere la resina molto di tendenza per chi vuole dare un tocco di modernità

Marmo o pietre naturali

Rivestimenti di questo genere permettono di avere una cucina elegante dal fascino intramontabile. Inoltre il marmo è molto resistente e non si macchia.

Una volta scelto il piano che fa al caso nostro, dobbiamo prendere le misure precise per inserire lavandino e piano cottura, quindi tagliamo con una flessibile a lama adatta al materiale del piano e incolliamo il top alla struttura portante con appositi collanti.

Anche qui possiamo scegliere il materiale del lavello che più ci piace:

  • acciaio,
  • fragranite,
  • pietra,
  • resina o ceramica.

La nostra cucina sta prendendo piano piano forma manca la chiusura dei vani che può essere realizzata con tendine scorrevoli oppure con sportelli in legno, ferro o lamiera forata.

In questa tipologia di cucina é preferibile una cappa a vista rivestita in acciaio inox o rame. Per un effetto più particolare si può rivestire di cartongesso e decorarla a piacimento.

I costi sono orientativamente più contenuti ma questo dipende sempre dalla scelta dei materiali e degli elettrodomestici.

Hai bisogno di una ristrutturazione cucina a Roma? Contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Orario ufficio

Dal lunedì al venerdì: 8:00-19:00
Sabato: 08:00 – 13:00
Domenica: chiuso

Recapiti

Tel: 351 991 0659

Mail: davide@ristrutturazioniok.com

Mail: readyservice89@gmail.com

Ristrutturazioni Ok - Via Ticino 63 - Anzio 00042 - RM - Piva cf 14001181008 - Privacy Policy Cookie Policy